Sospesa in aria, il petto nudo, le braccia aperte e due pitoni in mano. Immobile, mentre il pubblico prende posto. Dei cani entrano a scarnificare le ossa allineate a terra, e lo spettacolo comincia il suo corso.

(clicca sull’ immagine per full screen – tasto in basso a dx per oscurare la preview e leggere la didascalia)

Marina Abramovic fotografata da Piero Tauro – All rights reserved

Non è teatro, non è danza, e nemmeno video performance: la Abramovic ha costruito un nuovo rapporto fra visual art e staging performance, una relazione diretta e unica che genera un’opera dalla semplice e profonda bellezza, capace d’emozionare, di sorprendere e di divertire.